Iscriviti alla newsletter

Dolore alla spalla; cause e sintomi

Il dolore alla SPALLA

La funzionalità della spalla dipende dall’azione coordinata di diversi gruppi miotendinei, la cui integrità anatomica può essere compromessa, oltre che dall'invecchiamento, da diverse condizioni patologiche. In passato, il termine periartrite è stato utilizzato per includere la quasi totalità della patologia miotendinea a carico della spalla. Tale dizione non appare più accettabile, in virtù della definizione di quadri morbosi con caratteristiche anatomo-cliniche ben definite. Sebbene la terminologia sia divenuta più complessa, essa consente un migliore approccio terapeutico nei confronti di malattie a evolutività e prognosi differenti.

 

Muscoli e tendini della spalla Il deltoide è il principale muscolo motore dell’articolazione gleno-omerale e garantisce la forza nell’elevazione del braccio. La sua efficienza dipende dalla presenza di una struttura miotendinea, denominata cuffia dei rotatori, che avvolge la testa omerale e la mantiene centrata sulla glena scapolare durante il movimento. In tal modo viene fornito un fulcro valido per l’azione del deltoide, altrimenti destinato a perdere gran parte della sua funzionalità.

La cuffia dei rotatori è costituita da quattro tendini:

● sottoscapolare, anteriormente (con funzione di rotatore interno);

● sopraspinoso, superiormente (con funzione di abduttore);

● sottospinoso e piccolo rotondo, posteriormente (con funzione di rotatori esterni).

Pur essendo una struttura anatomica distinta, il tendine del capo lungo del bicipite brachiale (CLB) contrae stretti rapporti con la cuffia dei rotatori ed è coinvolto in diversi quadri patologici interessanti questa struttura. Nella biomeccanica della spalla, grande importanza hanno anche i muscoli stabilizzatori della scapola, i più importanti dei quali sono il trapezio e il grande dentato. Essi consentono la sincronizzazione del movimento della scapola con l’omero (ritmo scapolo-omerale) nell’elevazione del braccio, fornendo nello stesso tempo stabilità all’intero cingolo scapolare.

 

Il Dolore alla spalla è un disturbo di frequente riscontro. Per determinare il corretto trattamento, per una patologia che provoca dolore alla spalla, è fondamentale che lo specialista riesca a determinare correttamente da dove proviene il dolore. 

Il dolore riferito alla spalla può rappresentare un lieve fastidio fino ad arrivare alla totale incapacità di svolgere i movimenti.

Le limitazioni possono riguardare l'esecuzione di un singolo movimento, tra cui abbiamo, ad esempio, la rotazione della spalla per toccare la nuca o la zona lombare o andare a riguardare interamente la mobilità dell'arto (adduzione, abduzione e rotazione).

Il dolore può partire dalla spalla (articolazioni, muscoli, tendini e borse) ed irradiarsi lungo tutto l'arto superiore, ma anche verso il collo ed il torace. Inoltre, può associarsi a scroscio articolare.

La causa più frequente del dolore alla spalla è una tendinite. Una domanda comune che viene posta dai pazienti è se esista una differenza nelle cause di un dolore alla spalla sinistra rispetto a un dolore alla spalla destra.  Un dolore alla spalla presentato solo sul lato sinistro o sul lato destro è un disturbo nella pratica clinica estremamente comune.

 

Alcune cause del dolore alla spalla possono essere ricondotte a traumi o degenerazioni osteo-articolari ma, molto spesso, anche da movimenti ripetitivi accompagnati da una scorretta postura, che possono generare contratture e sfociare in stati infiammatori anche importanti.

La comparsa di dolore determina poi limitazioni di movimento con progressiva immobilizzazione e sovraccarico compensatorio di altre parti del corpo (collo, schiena).

CAUSE DI DOLORE ALLA SPALLA PIU’ COMUNI:

  1. Tendinite del CLB (Capo Lungo Bicipite)

  2. Rottura del tendine CLB

  3. Tendinite cuffia

  4. Cuffia dei rotatori

  5. Spalla congelata

  6. Tendinite calcifica

  7. Instabilità spalla/Lussazione

  8. Lacerazione del labbro glenoideo

  9. SLAP lesion

  10. Artrosi

 

A seconda della patologia si avrà un tipo di dolore e un'estensione di esso caratteristico.

Altri sintomi sono spesso concomitanti al dolore alla spalla, questi sintomi possono aiutare a facilitare la diagnosi. I sintomi di comune riscontro sono:
Dolore contemporaneo al braccio e/o al collo
Rigidità articolare e perdita, parziale o totale, della capacità di movimento
• Intorpidimento, perdita di sensibilità
• Sensazione di formicolio o bruciore
Cambiamenti di colore della pelle: se la spalla diventa rossa, è probabile che ci sia un'infiammazione, mentre se diventa blu o molto bianca può esserci una lesione alle vene o alle arterie
Gonfiore

Le cure
Se avvertite un dolore forte e persistente, magari associato anche ad altri sintomi, è bene rivolgersi al medico: molto probabilmente vi consiglierà di fare una lastra o, se lo ritiene opportuno, una risonanza magnetica o altri esami specifici. In base al risultato degli esami verrà quindi prescritta la terapia più adatta.